ROBERTO OSCULATI

Ordinario di Storia del Cristianesimo
presso la FacoltÓ di Lettere e Filosofia dell'UniversitÓ di Catania
(1987 - 2012)
Home > it > recensioni >

Am. Poss.

L’evangelo di Giovanni. Una lettura essenziale

in Il popolo cattolico, Treviglio 3 giugno 2000

È un testo straordinario, capace di far rivivere, coinvolgendo, l’itinerario verso la Verità e l’Amore. Protagonista Cristo che scopre il volto divino sino all’amore della Croce.

 

S’intitola L’evangelo di Giovanni, è un libro di eccezionale chiarezza espositiva e, soprattutto, è la testimonianza rielaborata, raffinata e profondamente attenta ai valori divini della Rivelazione, di un itinerario verso la verità e l’amore. Cristo, la Parola, è il grande protagonista, il punto di riferimento, che va scoprendo via via il volto divino nelle cose umane che affronta e incontra: il vino alle nozze di Cana, l’incontro al pozzo, la salute ritrovata, il pane miracoloso, la liberazione di Lazzaro dal sepolcro, sino alla croce, orrore e scandalo, ma conclusione di un cammino salvifico fondamentale.

Autore del volume – edito da ITL s.p.a. di Milano con il marchio IPL – è uno studioso fra i più affermati e competenti, Roberto Osculati, monzese, classe 1939, ordinario di Storia del Cristianesimo presso l’Università di Catania, che ha all’attivo la pubblicazione di numerosi altri volumi, tutti rivissuti, come in questo, nello stile di una perfetta conoscenza della materia, e anche di una capacità – tutta cristiana – di capire e di presentare il discorso innovativo di Cristo nella Storia.

Del resto il volume – una sorta di ‘viaggio’ di cristo dal tema quotidiano della umanità fra la gente della sua missione, alla scelta deliberata di accogliere in pieno la volontà del Padre sino all’obbrobrio della Croce, punto di passaggio prima della Resurrezione eterna – ha questo respiro forte – tipico dell’evangelo giovanneo -, di cogliere i valori in un ‘discorso’ unitario, il Figlio dell’Uomo che passa tra la gente e la conduce al Padre. L’evangelo di Giovanni – in questo – è davvero maieutico, esemplare, propositivo, scopritore di una ‘narrazione’ dal circuito ‘rivoluzionario’, perché Cristo racchiude la Sapienza e di Essa è il portatore della presentazione della Parola all’uomo.

È un volume non facile, anche se accessibile, intriso di ardore comunicativo, capce di ‘coinvolgere’: e mi sembra che questo risultato sia da considerarsi essenziale, poiché nulla è mai scritto tanto bene finché il suo coinvolgimento non si faccia esperienza vissuta in chi legge. Come accade in questo libro di Roberto Osculati.

Un’opera degnissima, ben calibrata e misurata, in grado di fornirci una chiave di lettura su quell’evangelo del quale spesso parliamo – attratti anche dal suo incedere – ma alquale sovente non siamo nelle condizioni di dare una risposta convincente della nostra adesione ‘in spirito e verità.